Siamo fuoco e vento

megafono
IL MEGAFONO
di Arrigo Andreani

La strumentalizzazione è un vento. Un vento che soffia sempre dove c’è il fuoco che brucia, dove le persone sonno arrabbiate, frustrate, disperate. All’ultima spiaggia. La strumentalizzazione è l’arma dei deboli, quelli che non hanno argomenti e allora cavalcano gli istinti. La strumentalizzazione è ricercare il proprio tornaconto elettorale a discapito delle soluzioni ai problemi. La strumentalizzazione è divisione. Contrapporre, volutamente o no, una fazione contro l’altra. La strumentalizzazione strizza l’occhio sempre al populismo, ovvero al dare soluzioni semplici a problemi molti complessi. 

E strizza l’occhio anche ad un certo modo di fare politica che oggi va per la maggiore. Ovvero quello di dire o fare sempre quello che è più popolare a discapito di quello che è giusto, o davvero utile alla causa. La strumentalizzazione è un algoritmo social. Un meccanismo subdolo e soprattutto dannoso che ci svia dalla realtà delle cose. E la strumentalizzazione in una pandemia non ce la possiamo proprio permettere. E non importa da che parte stiamo. Perchè il vento che soffia sul fuoco poi ci travolge tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*