Lanciata la piattaforma pontina “Mal-Leggo”, punto di riferimento del mondo DSA

Condividi sui social l'articolo di Passeggeri Attenti -

Dopo un bando, un crowdfunding e due anni di progettazione, dal 14 settembre www.malleggo.it è online! Orientati, fai domande, cerca professionisti del settore DSA! Mal-Leggo, la bussola nel mondo della dislessia, diventa realtà!

Da oggi è disponibile la piattaforma Mal-Leggo, una start-up nata da Roberto Trombetta e Luisa Ingravalle, che si pone l’obiettivo di essere la bussola nel mondo della dislessia.

Mal-Leggo, da progetto a realtà

Poco più di un anno fa, era giugno del 2019, gli studenti dei licei si apprestavano a sostenere i loro esami di maturità ancora senza mascherina e distanziamento sociale (sembra un’era fa) e Roberto Trombetta e Luisa Ingravalle erano appena all’inizio del loro progetto, della loro start-up. Oggi, sono arrivati alla fine del loro percorso e dopo mesi di fatica, di progettazione, di partecipazione a bandi e di crowdfunding, finalmente da lunedì 14 settembre sarà online la loro piattaforma Mal-Leggo, un luogo virtuale dove capire di più del mondo DSA e dove tutti possano confrontarsi. Lo scopo di questo spazio virtuale infatti consiste nel creare un luogo in cui i genitori dei ragazzi dislessici o con Disturbi Specifici dell’Apprendimento (dunque anche con disgrafia, disortografia o discalculia) possano orientarsi, trovare risposte ai loro dubbi e ricercare professionisti specializzati nel settore in pochi click. Mal-Leggo sarà un punto di riferimento per tutte le famiglie DSA.

Il progetto Mal-Leggo e quell’acronimo trasformato

Il progetto nasce dall’esperienza personale di Roberto, che nella sua formazione scolastica ha trovato molte difficoltà che ci ha raccontato nella intervista dello scorso anno. Luisa Igravalle invece sta finendo di studiare per diventare Tutor DSA, un acronimo che lei ha voluto reinventare perché secondo lei limitante nel suo significato originale. Per lei la “D” sta per determinazione, la “S” per sensibilità e la “A” per ambizione, le tre caratteristiche e i tre punti di forza di un “dis”. Questo testimonia la forza e la volontà di trasformare ciò che da tutti è visto come un limite in un punto di partenza per la riscossa di tutte le persone che vivono questa realtà. Una rivalsa che può partire da questa piattaforma, in parallelo all’inizio dell’anno scolastico, come ci confermano i creatori

“Dopo dei mesi così complicati, pensiamo che possa essere significativo rendere utilizzabile www.malleggo.it parallelamente all’inizio dell’anno scolastico. Non ci resta altro che far partire il countdown: il 14 settembre è vicino! Mal-Leggo sta arrivando!”.

La bacchetta magica creata per dare risposta ai “dis”

La piattaforma Mal-Leggo si propone come uno spazio serio, dove i professionisti che vorranno iscriversi sul sito (neuropsichiatri infantili, psicoterapeuti, psicologi, logopedisti, educatori, pedagogisti, tutor DSA, psicomotricisti) dovranno inserire curriculum, certificazioni e numero di Albo al fine di assicurare professionalità alle famiglie che usufruiranno della piattaforma. Roberto un anno fa ci ha detto che da bambino ha desiderato spesso che sua mamma e suo papà avessero una bacchetta magica in grado di far apparire le risposte a tutte le loro domande, che gli dicesse chi e come potesse aiutarlo e che facesse comparire quella persona davanti a loro. Nessuno gli ha mai regalato quella bacchetta, così ora l’ha costruita lui per tutti quei bambini che hanno il suo stesso desiderio.


Condividi sui social l'articolo di Passeggeri Attenti -

Leave a Comment

*