Alessia e i suoi Angeli e Istituto per la Famiglia insieme per il Progetto LatinaCibiamo. Aiuto per chi non ce la fa più

Condividi sui social l'articolo di Passeggeri Attenti -

Nasce il progetto #LatinaCibiamo per distribuire beni alimentari di prima necessità alle famiglie del territorio comunale di Latina che questa emergenza sanitaria ha messo economicamente in ginocchio.

Scende in prima linea nella lotta al Coronavirus anche la Onlus pontina “Alessia e i suoi angeli”, da sempre impegnata nel volontariato e per temi come infanzia, bambini, scuole e vaccinazioni.

“Stiamo vivendo una situazione emergenziale di portata mondiale, che sta avendo ripercussioni importanti sulle nostre vite, le nostre abitudini e sulle nostre famiglie” – così parlano i componenti del Direttivo – non potevamo rimanere inermi in questi momenti difficili per molti nostri concittadini”.

Nasce così il progetto LatinaCibiamo in collaborazione con l’associazione di volontariato e di protezione civile “Istituto per la Famiglia 46”. Lo scopo è quello di distribuire beni alimentari di prima necessità alle famiglie del territorio comunale di Latina che questa emergenza sanitaria ha messo economicamente in ginocchio.

“Chi già prima si trovava in difficoltà a sbarcare il lunario – continua il direttivo –  in questo periodo non ha più entrate, tantomeno risparmi per fare la spesa. L’associazione “Alessia e i suoi Angeli” insieme a “Istituto per la famiglia 46 Onlus”, si propongono di realizzare una cooperazione logistica per la raccolta, lo stoccaggio e la distribuzione di generi alimentari a favore di famiglie e/o persone in difficoltà economica e disagio sociale seguite dalla crisi economica colpita da Emergenza Sanitaria Covid 19. Nessuno deve rimanere indietro, nessuno deve andare a letto senza aver mangiato, verrà data priorità famiglie con i figli piccoli”.

Sono già numerosi gli imprenditori che si sono messi in gioco donando beni e fornendo servizi. La consegna sarà effettuata a domicilio evitando assembramenti e nel rispetto della distanza di sicurezza.

Info: lgasbarrone@gmail.com


Condividi sui social l'articolo di Passeggeri Attenti -

Leave a Comment

*