La quarantena di spade

Condividi sui social l'articolo di Passeggeri Attenti -

megafono
IL MEGAFONO
di Arrigo Andreani

Da quando la quarantena ha trasformato l’uscita di casa in una missione da 007 la nostra vita è cambiata. Anche un po’ quella dei nostri cani, diciamocelo, che ormai stremati chiedono una tregua dalle interminabili camminate di passaggio da padrone in padrone. Cambierà anche un po’ la vita dei fisioterapisti che alla fine di tutta questa storia dovranno vedersela con una fila di maratoneti improvvisati che dopo anni di divano hanno deciso di mettersi a correre proprio ora pur di non rimanere a casa. I balconi invece si sono popolati di tanti Fiorello che per tutta la vita avevano represso l’animatore turistico dentro di loro. Ma questa è la bellezza della nostra Italia. 

Quante volte abbiamo sognato un po’ di riposo casalingo? Anche se, ovviamente, le forzature e le circostanze ne tolgono un po’ il sapore. Calambranei diceva che la libertà è come l’aria: ti accorgi ti quanto vale quando inizia a mancare. Ma sarà un dolce sacrificio confrontato a coloro che sono in prima linea a combattere anche per noi. Infondo non capita tutti i giorni di salvare la vita alla gente e allo stesso tempo aiutare il proprio Paese standosene comodamente in divano a guardare le ultime due stagioni del Trono di Spade.

 


Condividi sui social l'articolo di Passeggeri Attenti -

Leave a Comment

*