Il tema delle vaccinazioni nel cortometraggio diretto dal pontino Gianfranco Pannone

Condividi sui social l'articolo di Passeggeri Attenti -

Sabato 6 aprile ore 16,30 al Multisala OXER di Latina la proiezione del cortometraggio “GLI ALTRI”, evento speciale fuori concorso nell’ambito della rassegna FILM DI PESO short Film Festival

Sabato  6 aprile, nell’ambito della rassegna “Film di Peso” sarà proiettato il cortometraggio ‘’Gli Altri’, realizzato dal Comitato Nazionale contro la Meningite insieme all’Associazione Alessia e i Suoi Angeli,  con il patrocinio della Società italiana di Pediatria (SIP), Federazione Italiana Medici Pediatri (Fimp), Società italiana di Igiene (SItI) e Società Italiana di Medicina di Emergenza ed Urgenza Pediatrica (Simeup).

Il cortometraggio, ideato da Amelia Vitiello, porta la firma del Regista Gianfranco Pannone, il quale unitamente ad Elisa Amoroso ne ha curato anche la sceneggiatura, riuscendo a narrare la storia comune di due coppie di genitori, differenti tra loro, che si trovano ad affrontare il tema, tanto dibattuto, delle vaccinazioni e attraverso uno scontro confronto arrivano alla medesima determinazione.

Il film, prodotto dalla Kimera Film Production, è stato interamente girato a Latina nel 2018 con una squadra composto in gran parte da professionisti del capoluogo tra cui Renato Chiocca come aiuto regista, Giuseppe Pannone, direttore di produzione e Veronica Venturi quale scenografa, Nella troupe anche il direttore della fotografia Tarek Ben Abdallah e la fonica Maricetta Lombarto vincitrice del David di Donatello 2019 “miglior suono” per il film “Dogman” di Matteo Garrone.

“E’ stato bello tornare nella mia città per girare un cortometraggio di finzione – ha dichiarato il regista Pannone – Certo con questo lavoro affronto un tema quantomai delicato e di forte impatto. Ho cercato di affrontare la questione, ancora molto dibattuta, partendo da due coppie di genitori che si confrontano e si scontrano ma che in fondo cercano di comprendersi e di comprendere. Insomma un modo parlare direttamente e sensibilizzare l’opinione pubblica sulla cultura dei vaccini, in una società che sembra sempre voglia dividersi su tutto. Per me un’esperienza intensa ed istruttiva”

I protagonisti del film  sono Roberto De Francesco, Arianna Ninchi, Nicola Nichi e la stessa Amelia Vitiello, fondatrice del Comitato Nazionale Liberi della meningite e dell’Associazione Alessia e i Suoi Angeli, insieme al marito Alessandro Matrogiovanni, che nella vita ha perso la figlia Alessia di soli 18 mesi a causa di una meningite, una patologia che periodicamente balza agli onori della cronaca ma che troppo spesso viene sottovalutata dai cittadini e dai genitori.

“Ci sono troppi vuoti informativi nel settore della salute e in particolare in quello delle vaccinazioni”, dichiara il Presidente Amelia Vitiello. “Sempre più spesso si cercano informazioni sul web senza distinguere le fonti. Nel caso della meningite, ad esempio, è fondamentale agire correttamente e tempestivamente. Se si arriva tardi, il pericolo di un evento infausto è molto probabile. E anche laddove l’intervento sia tempestivo, le conseguenze sono comunque gravi e pericolose. A volte – purtroppo l’ho imparato sulla mia pelle – agire in fretta non è sufficiente. Ed ecco allora che l’unico modo per scongiurare ogni pericolo, ed evitare il rischio di contrarre la patologia, è vaccinarsi. Purtroppo io non ho potuto farlo perché quando ho perso mia figlia  ancora non esisteva il vaccino. Con la mia testimonianza perché vorrei che nessun genitore riviva la mia terribile esperienza”.


Condividi sui social l'articolo di Passeggeri Attenti -

Leave a Comment

*